logo

Arcieri e Balestrieri

Gruppo Arcieri e balestrieri

L'Associazione Terra di Prato ricostruisce con particolare attenzione anche l'equipaggiamento ed il ruolo di balestrieri e arcieri.
Alcuni dei soci interpretano questi personaggi tipici delle milizie comunali toscane e protagonisti di numerosi fatti d'arme ed assedi descritti, per esempio, dalle già citate Cronache di G. Villani e D. Compagni.



Archi e balestre utilizzate nelle dimostrazioni di tiro sono repliche, attuali, realizzate però con materiali e tecniche descritte dalle documentazioni letterarie d'epoca, come gli scritti del bolognese Pier Crescenzi, e dalla ricca iconografia. Sculture come quelle della facciata del Duomo di Modena, affreschi come quelli della Cappella Velluti in Santa Croce a Firenze o le dettagliate miniature del Codice Latino 1538 della Biblioteca Riccardiana di Firenze, ci danno una immagine nitida di come appariva l'arciere od il balestriere a caccia ed in combattimento.

Archi e balestre sono fabbricati in legno, corno, tendine ed altri materiali tradizionali suggeriti dal confronto con reperti museali conservati in collezioni pubbliche e private non solo toscane e italiane. A questo proposito sono preziose le pubblicazioni curate a livello intemazionale dalla Society of Archer-Antiquaries per lo studio di archi, frecce e balestre antiche e tradizionali.

Il maneggio di attrezzature realmente rappresentative di quelle del Duecento, ci consente di acquisire esperienze e conoscenze effettive e non teoriche sulla vita materiale di un passato tanto lontano.
Le nostre ricerche spaziano dallo studio di reperti archeologici alle tecniche di realizzazione pratica di attrezzature simili che poi verranno utilizzate realmente nel corso delle uscite. E questo indossando le vesti, gli elmi e le armature protettive prescritte dagli statuti e dagli ordinamenti militari del periodo comunale.


Riteniamo che oltre all'aspetto estetico, evocativo ed emotivo anche la didattica sia una funzione fondamentale della ricostruzione storica in scala reale. Per te, visitatore, che speriamo curioso e di ogni età, sarà stupefacente vedere materializzati archi e frecce intravisti solo al cinema ma, soprattutto, poterli esaminare tra le mani. O far scattare il meccanismo di una balestra per comprenderne il funzionamento. Oppure osservare un arciere torcere tra le dita una nuova corda di lino per il suo arco.